Sfondami l’anima

di M

Non abbiamo pensato a niente.
Perché quando la vita la vivi, non hai bisogno di pensarla.
Non ci siamo interrogati sulle conseguenze, preferivamo esplorarci a vicenda. Non ci interessava capire come e perché le nostre vite si erano incrociate, che strade avrebbero preso dopo. Le nostre vite volevamo assaggiarle. Leccarle piano, con la punta della lingua.

Siediti sul mio cuore fino a sfondarmi l’anima.
Mordimi i seni, stringimi i fianchi.
Prendi la me più bella, la me più libera.

Sciogliti da questo abbraccio, prima che sia tardi. Lasciami andare, ché da sola non ne sono capace.
Infondo non è il tempo, è lo spazio. Mi pare che lo spazio sia un limite decisamente peggiore del tempo. Perché non ha senso.

Temo, ora, di aver smesso di vivere. Non voglio pensare. Non voglio dire. Non posso dirti.
“Se esiste un’anima, la mia è con la tua”.

Annunci