di M

hai aperto gli occhi sul mondo, bambina, era la prima volta
l’hai solo sbirciato da un buco sulla tua campana di vetro
quello di un sasso lanciato dalla vita

piangi

senti l’odore del vivente
che sa di fiori primaverili e merda e sangue
senti che le finte certezze crollano e i dubbi divampano

finalmente

strappati di dosso le aspettative, spogliati, sporcati
senti la tua perfetta imperfezione umana
guardati attorno

vivi

Annunci